Login Form







 

JEWISH REFUGEES

IN APULIA
Witnesses of Rebirth

 

PROFUGHI EBREI

IN PUGLIA
Testimonianze di una rinascita

 

Jerry Convoy

 

Jerry Convoy fu costretto a scappare da Monaco di Baviera, consigliato dai soldati della Jewish Brigade che gli dissero che non poteva restare in Germania.

L'indomani partì per Italia.

Arrivato illegalmente a Modena, con il fratello e altre persone raggiunse poi Santa Maria di Leuca.

Venne ospitato in una villa e aiutato da gruppi sionisti a recuperare la propria identità e ad abituarsi psicologicamente alla nuova vita.

Nonostante la felicità del periodo trascorso in Italia, il suo unico desiderio era di raggiungere al più presto la Palestina.

Le navi davano però la precedenza agli anziani e ai giovani tra i 18 e i 20 anni, questi ultimi perché sarebbero serviti all’esercito per difendere il futuro stato ebraico.

Suo fratello intanto aveva trovato occupazione come cuoco, mentre Jerry e un suo amico, Abe Beker, portavano il cibo in eccesso a Roma per venderlo alle famiglie numerose.

Non avendo soldi per comprare i biglietti, facevano credere di averli mentre si trattava di un pezzo di carta qualsiasi.

A volte andava bene, ma quando il controllore se ne accorgeva erano costretti a scendere e ad attaccarsi al treno per viaggiare.

Il tempo di permanenza a Santa Maria di Leuca fu di 6/8 mesi, poi furono mandati a Milano.

Joomla3 Appliance - Powered by TurnKey Linux